Traslochi a Milano per studenti: guida a chi rivolgersi

Traslochi a Milano per studenti guida a chi rivolgersi

Milano vanta una lunga serie di istituzioni universitarie che fanno del capoluogo lombardo un polo di attrazione di primaria importanza per un elevatissimo numero di studenti. Se infatti quando si parla dell’Università di Milano ci si riferisce alla Statale, va dall’altro canto ricordato che sono ben dieci le università presenti in città, tra cui la Bicocca, la Bocconi, la Cattolica del Sacro Cuore, IULM e San Raffaele. Le altre sono il Politecnico, il Conservatorio intitolato a Giuseppe Verdi, l’Accademia di Brera, la Nuova Accademia di Belle Arti e l’Istituto Europeo di Design.

Una offerta non trascurabile che fa di Milano la città a più alta concentrazione di studenti lungo tutta la penisola, logicamente con un’utenza molto particolare che necessita di servizi molto particolari. Servizi i quali, a loro volta, devono essere rapportati alla specificità di un’utenza che spesso non se la passa proprio benissimo dal punto di vista puramente finanziario.

Anche il settore dei traslochi meneghino ha dovuto fare i conti con questa particolare realtà. Gli studenti, infatti, soprattutto quelli provenienti da fuori, molto spesso hanno bisogno di trasportare mobili e oggetti nelle residenze affittate provvisoriamente in città, solitamente stanze singole o appartamenti presi insieme ad altri colleghi.

I traslochi a Milano per studenti sono quindi una realtà peculiare, in quanto generalmente si tratta di movimentare pochi oggetti. Alcuni studenti optano per il fai da te e si fanno aiutare dai genitori, spesso pensando erroneamente che affidare il compito ad una ditta di traslochi a Milano per studenti possa comportare un costo troppo elevato per chi magari non dispone di grandi mezzi finanziari e non vuole pesare ulteriormente sulla famiglia.

Non va dimenticato al riguardo che optare per l’affidamento dell’incarico ad una delle tante imprese di traslochi operanti sul territorio meneghino può comportare un esborso estremamente contenuto, nell’ordine di poche decine di euro.

Uno sforzo finanziario abbastanza minimo il quale andrebbe quindi preso in attenta considerazione, anche per evitare di dover scomodare amici o parenti e passare magari per un bamboccione, ovvero uno di quei ragazzi bollati qualche tempo fa dalla politica come soggetti che non riescono mai ad operare in perfetta autonomia, preferendo rimanere a vita nel comodo alveo familiare.

Traslochi per studenti negli USA è nata addirittura una piattaforma online

Traslochi per studenti: negli USA è nata addirittura una piattaforma online

Per chi si appresta ad un difficile anno di studi, avere un affitto costoso o dover convivere con inquilini anticipatici può rivelarsi presto un problema insormontabile. Molti di conseguenza iniziano ben presto a pensare alle possibili alternative. Infatti i traslochi a Milano per studenti nascono spesso per questi motivi e sono in fondo una caratteristica di ogni città che veda la presenza di una sede universitaria.

Basti pensare che negli Stati Uniti è sorta addirittura una nuova piattaforma social, BellHops, che consente agli studenti di mettersi in contatto tra di loro quando hanno bisogno di aiuto per il trasporto di mobili, materassi e libri. Il servizio che ne consegue è distinto da prezzi abbordabili e comunicazioni estremamente rapide.

Bellhops, che può essere tradotto con “Fattorini” ed è nato da un’idea di Cameron Doody, vanta oltre 10mila utenti dislocati in più di 100 città americane, pronti a mettersi a disposizione per aiutare i loro colleghi durante il trasloco. Tra i maggiori punti di forza del servizio c’è il costo, limitato a 40 dollari all’ora.

Il suo ideatore è riuscito a metterlo in piedi grazie ai 6 milioni di dollari di finanziamenti ricevuti per effetto di un piano strategico molto accurato, il quale prevede un primo consolidamento del servizio nelle città universitarie, con un successivo sviluppo nei grandi centri urbani più importanti, a partire da New York e San Francisco.

La piattaforma Bellhops funziona con un semplice sistema di geolocalizzazione, ovvero con l’indicazione della città in cui dovrebbe avvenire il trasloco, a seguito del quale essa segnalerà con un alert la richiesta ai fattorini digitali. Chi risponde all’appello viene messo automaticamente in contatto con il richiedente di aiuto.

Se il servizio è per ora previsto solo in America, la sua velocità di crescita spinge a sperare in un suo prossimo sbarco in Italia. Ennesima conferma di come i traslochi, a Milano o in altre località, per studenti, siano un servizio sempre più in voga e appetibile, cui guardano in molti anche al di fuori del settore specializzato in lavorazioni di questo tipo.

La risposta giusta? Preventivi.it!

A tal proposito ricordiamo ancora una volta che la giusta risposta a chi cerca soluzioni in tal senso è rappresentata da Preventivi.it, piattaforma che ormai da tempo è considerata un punto di incontro tra le esigenze delle imprese e un’utenza che cerca qualità e risparmio allo stesso tempo.

Il nostro portale è infatti in grado di procurarci una lunga serie di ditte specializzate anche nei traslochi a Milano per studenti, oltre che in altre proposte fatte apposta per chi cerca soluzioni in grado di agevolare il trasferimento nella nuova abitazione o ufficio. Basta richiedere un preventivo al maggior numero di imprese possibile, per aprire le porte alla possibilità di ottenere allo stesso tempo un servizio di qualità e il massimo di risparmio possibile.

Tali caratteristiche non vanno assolutamente sottovalutate in un momento di crisi economica che spinge molti a optare su soluzioni al ribasso o sul fai da te, pensando che soltanto in questo modo sia possibile fare fronte a problematiche complesse, per le quali una via diversa potrebbe costare troppo.

Infatti, proprio per questo motivo le imprese del settore hanno saputo elaborare nuove e innovative formule sempre più appetibili anche per chi non possiede grandi risorse. Basti pensare ad esempio ai traslochi low cost, al servizio di Taxi Transport, ai piccoli traslochi o a quelli per studenti, per capire come ormai ricorrere a ditte altamente professionali non comporti più costi proibitivi.

Quarda come puoi trovare su maps

Consigli utili sui traslochi per uffici a Milano

Cambiare la sede della propria attività può risultare a volte uno sforzo di non poco conto tra documenti, archivi, postazioni e strumenti di lavoro da preparare nel più breve tempo possibile per non sprecare troppi soldi. Proprio per questo motivo è opportuno, quando ci si appresta a operare traslochi degli uffici a Milano, organizzare il tutto per non rischiare di affogare ben presto tra le tante difficoltà che le operazioni possono comportare.

Come avviene per i traslochi riguardanti la casa, anche per gli uffici il processo di spostamento può essere facilitato pianificando nei minimi dettagli il procedimento e adottando una serie di piccoli accorgimenti che possono rivelarsi estremamente utili. Naturalmente il primo passo da fare, è la scelta della ditta cui affidare le operazioni, che deve essere eseguita con largo anticipo.

Rinviare questo atto preliminare sarebbe un errore fatale, tale da comportare il dover correre proprio in prossimità della data ultima disponibile alla ricerca di un’impresa adatta, con il rischio non solo di compiere una scelta di ripiego, ma di spendere più di quanto necessario e di ottenere un servizio inadeguato o di scarso livello.

Di solito la scelta della ditta di traslochi per uffici a Milano dovrebbe avvenire un paio di mesi prima, anche perché gli operatori della stessa possono in tal modo fornire consigli utili in relazione al modo migliore di preparare il trasferimento e anche in ordine alle eventuali seccature di carattere burocratico cui si potrebbe andare incontro.

Cosa fare per agevolare le operazioni

Cosa fare per agevolare le operazioni

Una volta che sia stata scelta la ditta per i traslochi di uffici a Milano, si deve senz’altro procedere alla nomina di un responsabile delle operazioni, una sorta di coordinatore cui affidare il compito di sovrintendere alle operazioni, senza dimenticare che ogni dipendente dell’ufficio dovrebbe allo stesso tempo essere considerato responsabile della sua postazione di lavoro.

Sarà, quindi, lo stesso responsabile a comunicare per tempo il cambio di sede ed il nuovo indirizzo dell’azienda a tutti i fornitori e clienti. Una volta eseguite queste operazioni preliminari, si dovrebbe poi pensare al resto, e in particolare ai successivi punti che andiamo senz’altro ad elencare:

Preparare la nuova sede prima che avvenga il trasloco

Ancora prima che si sia decisa la data ultima dei traslochi uffici a Milano, bisognerebbe preparare al meglio la nuova sede, in modo che sia pronta per l’inizio della nuova attività. Per riuscire nell’intento occorre perciò delineare la nuova disposizione di arredi e postazioni di lavoro, scegliendo le stanze da destinare ad archivio per i documenti, per le riunioni e le eventuali aree di attesa, oltre agli spazi dedicati all’accoglienza di clienti e visitatori.

Anche i punti ristoro e le aree da adibire ai momenti di pausa dei dipendenti dovrebbero essere scelte prima, definendo peraltro ove mettere microonde e macchina per il caffè. Ognuno di questi spazi deve essere organizzato al meglio, prendendo bene le misure e decidendo prima ove posare mobili e arredi. Anche l’impianto elettrico deve essere oggetto di una attenta analisi, cercando di capire se può andare bene quello preesistente o se sia invece il caso di creare nuovi punti luce o adottare ulteriori misure di sicurezza.

Procedere al cambio di destinazione d’uso

Altra fase molto importante da non trascurare nella fase preparatoria è quella che riguarda il cambio di destinazione d’uso del nuovo ufficio. Prima di effettuare traslochi di uffici a Milano, è assolutamente necessario accertarsi che la nuova sede sia già registrata come ufficio, e non risulti invece come abitazione o laboratorio. Ove essa non fosse adibita ad ufficio, sarà necessario effettuare le procedure di cambio destinazione d’uso dell’immobile e dei suoi spazi, accertandosi che tutto ciò sia effettivamente possibile da un punto di vista urbanistico e catastale.

A tal proposito è opportuno accertarsi che i nuovi locali seguano le prescrizioni previste per la destinazione d’uso finale rispettando le norme delineate dal Piano Regolatore. Tra le norme in questione vanno ricordate in particolare l’abbattimento delle barriere architettoniche, la presenza di servizi igienici a norma e dei giusti rapporti aero-illuminanti.

Una volta che siano stati effettuati i controlli e che sia stata accertata le necessità o meno di operare modifiche edilizie tali da rendere il tutto a norma di legge, si può comunicare all’Ufficio dell’Agenzia del Territorio l’avvenuto cambio destinazione d’uso dei locali. Un’operazione indispensabile in quanto la modifica della categoria comporta anche quella della sua rendita catastale e delle tasse da pagare sull’immobile.

Cambiare le utenze e traslocare la linea internet

Altro punto fondamentale è la totale operatività della nuova sede una volta che si dia luogo ai traslochi di uffici a Milano. Per realizzarla essa dovrà avere tutte le utenze attive e funzionanti, ovvero gas, luce, acqua, ADSL e linee telefoniche, in modo che all’arrivo dei dipendenti essi non dovranno fare altro che attaccare il telefono e la spina del computer per poter riprendere la normale attività.

Per l’allacciamento del gas, dell’acqua e dell’elettricità occorre contattare le rispettive aziende e stipulare un nuovo contratto di servizio, specificando la destinazione d’uso dei locali in quanto le tariffe possono variare notevolmente a seconda che si tratti di abitazioni civili o attività commerciali. Per quanto riguarda l’acqua, essendo il contratto solitamente intestato al condominio, bisognerà probabilmente solo avvisare lo stesso.

Più complesso è il discorso relativo a internet e telefono, soprattutto se esiste la necessità di trasferire anche i numeri telefonici e mantenere le precedenti condizioni contrattuali. In questi casi, infatti, non va sottoscritta una nuova utenza, ma richiesto il trasloco della linea internet nella nuova sede, per la quale possono occorrere anche quattro settimane.

Fissare il giorno del trasloco ufficio

Può sembrare una pura formalità, invece, va detto che fissare il giorno del trasloco non risulta sempre facile, in quanto vanno calcolati elementi fondamentali come la possibilità di fermare le attività lavorative per qualche giorno. Proprio per rendere minimo lo stop, la scelta più intelligente potrebbe essere quella di un venerdì, in modo da sfruttare il fine settimana per organizzare la nuova sede. La procedura da seguire, dovrebbe essere la seguente:

– organizzare i dipendenti in modo che ognuno di essi sia responsabile della propria postazione e dell’imballaggio dei propri documenti;

– coordinarsi con la ditta traslochi, affinché essa provveda ad imballare e smontare gli arredi tenendo nel debito conto l’attività quotidiana dell’ufficio;

– Esaminare accuratamente tutte le apparecchiature elettroniche installate nella nuova sede, in modo da eliminare la possibilità di brutte sorprese alla ripresa dell’attività.

Se hai bisogno di un trasloco a Milano, chiama purre

Guarda su Google Maps i posizione

 

Via Brede, 19,
25073 Bovezzo BS
Iatalia